La nostra storia

La storia della nostra organizzazione è, prima di tutto, la storia di alcuni volontari legati da una profonda amicizia e da un modo di guardare la vita con occhi attenti e positivi.

3

L’associazione GIOCO IMMAGINE E PAROLE, costituita nel 1995, ha tra i propri obiettivi istituzionali quello di promuovere la crescita sociale dei più giovani, partendo dai loro bisogni primari, fornendo loro luoghi e tempi fatti di relazioni sociali, di partecipazione attiva e assunzione di responsabilità.

Attraverso attività educative e culturali avvicina e porta a conoscenza dei giovani le risorse del territorio alla riscoperta dei valori comunitari, del bene comune e della convivenza civile. L’animazione di strada e i progetti con le scuole sono stati strumenti fondamentali per il raggiungimento della propria mission.

Dal 1998 al 2012 l’associazione ha realizzato e gestito, presso il centro comunale “Asterix”, di San Giovanni a Teduccio, una coloratissima ludoteca dotata di un spazio lettura con un cospicuo patrimonio librario, diventata punto di riferimento e di incontro dei ragazzi nonché aula decentrata delle scuole del territorio.

Nel 2011 ha partecipato al percorso di innovazione sociale nell’ ambito del bando Naples 2.0, promosso da Euclid Network, Project Ahead e Unicredit Fundation, come una delle sei sfide della città di Napoli, collaborando, per oltre un anno, con un team di designers internazionali: Vincenzo di Maria, MyleneJonker, Jonas Piet.

Nel 2010, in collaborazione con il collettivo Nest, nel cuore del quartiere di S. Giovanni a Teduccio, ha poi trasformato la palestra dell’ex edificio scolastico Giotto/Monti in un teatro di 99 posti, il NEST Napoli Est Teatro e, grazie al bando Giovani per la valorizzazione dei beni, nel 2015, ha ampliato l’intervento di riqualificazione e rigenerazione dell’ex edificio scolastico realizzando il centro ART33 – Cultural Hub, un centro di produzione e promozione artistico-culturale, un contenitore nel quale diverse realtà artistiche e culturali possono lavorare insieme e porsi quali agenti di cambiamento.

art33 2

Dal 1995, l’associazione svolge attività di teatro amatoriale, a partire dall’ideazione fino alla produzione di spettacoli, attraverso il lavoro della compagnia amatoriale I Solachianielli. Dal 2010 al 2018 giovani attori amatoriali, facenti parte della compagnia ‘A Menesta, hanno prodotto spettacoli di teatro civile quali: Possibilità Reali, Prima che coprano tutto, Cravattari, La ragazza in bicicletta, Quarto Piano Interno 12 e Malanima.

Negli anni, vi è stata la partecipazione a progetti di vario tipo, tra i quali i più importanti sono: il Pizzafest di Nonantola dal 2010 ad oggi, Ricomincio dai Libri – edizione 2018 e 2019, Terzo Paradiso – edizione 2018, Moviemmece – edizione 2017, 2018 e 2019.

_MG_2146

Ha ospitato inoltre un incontro del Festival del cinema dei diritti umani Napoli – edizione 2016 e nel 2019 l’incontro con Aleida Guevara, come evento di raccolta fondi per l’ospedale oftalmico dedicato a Ernesto Che Guevara in Argentina.